RSS

Rottamiamo la magistratura

25 Ott

In tempi di mutazioni cosmiche, politiche ed economiche, in cui si parla di rottamare il vecchio patriziato democratico e di riformare il mercato del lavoro secondo i nuovi ritmi ed esigenze imposte dalla concorrenza globale, qualcuno dovrebbe aggiungere a queste ultime istanze anche quella non meno importante di rottamare la nostra magistratura, che sembra sfuggita a ogni controllo del potere politico, oltre che a quello più fondamentale della retta ragione, e si è rivelata in tal modo una pubblica agenzia del terrore. Dopo Berlusconi, dopo Sallusti e dopo gli scienziati della commissione Grandi Rischi, quanti altri dovranno ingiustamente soffrire nelle mani di questi grandi inquisitori moderni prima che si decida di intervenire (se necessario anche con la forza) e “mandarli tutti a casa”, come direbbero Renzi o Grillo sui politici? Se nemmeno il presidente della Repubblica può pretendere di essere totalmente immune dagli strali del potere giudiziario, allora è chiaro che quel potere è divenuto davvero assoluto e di conseguenza incontestabile (si veda appunto il caso Sallusti). Questo è l’esito più coerente della teoria democratica, i privilegi di carica che oggi con leggerezza gregaria vituperiamo e proponiamo di abolire furono istituiti dai padri della patria proprio per evitare di cadere sotto il giogo dell’assolutismo giudiziario, che è attualmente la vera ed unica forma di governo italica, tant’è vero che mentre la politica annaspa la magistratura fa invece il bello e il cattivo tempo. Il terrore è un fenomeno che storicamente abbiamo già conosciuto, persino in Italia, prima con l’intransigenza religiosa delle molte sette ereticali (calvinismo, luteranesimo, ecc.) e poi con l’inquisizione secolare delle varie repubbliche illuministe, patrie di legislatori draconiani e di boia. La Chiesa cattolica è stata fino a ieri baluardo e difesa contro simili aberrazioni, preghiamo che oggi si svegli dal sonno antidogmatico e torni a proclamare la sua sana dottrina, luce delle genti.

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 25 ottobre 2012 in Attualità, Cristianesimo, Diritto, Politica, Storia

 

2 risposte a “Rottamiamo la magistratura

  1. mogol_gr

    25 ottobre 2012 at 02:07

    Effettivamente bisognerebbe mandarli a Ponza.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: